Physistitolo.jpg
titolicollezionimobile.jpg

Fin dagli albori della civiltà abbiamo accolto dentro di noi le forme della natura, le sue manifestazioni terribili e meravigliose, finché non si sono trasformate in simboli del nostro inconscio. Questa collezione esplora ed interpreta questi simboli naturali. 

 

"Natura è ciò che noi vediamo:
il colle, il pomeriggio, lo scoiattolo,
l'eclissi, il calabrone.
O meglio, la natura è il paradiso.
Natura è tutto ciò che noi udiamo:
il bobolink, il mare, il tuono, il grillo.
O meglio, la natura è armonia.
'Natura' è utto quello che sappiamo
senza avere la capacità di dirlo,
tanto impotente è la nostra sapienza
a confronto della sua semplicità"
 

Emily Dickinson

 

Fin dall'inizio della nostra civiltà abbiamo accolto dentro di noi le forme della natura, le sue manifestazioni terribili e meravigliose, finché non si sono trasformate in simboli del nostro inconscio. Questa collezione esplora ed interpreta questi simboli naturali.

 

E piove su i nostri vòlti
silvani,
piove su le nostre mani 
ignude,
su i nostri vestimenti
leggieri,
su i freschi pensieri
che l'anima schiude
novella,
su la favola bella
che ieri
m'illuse, che oggi t'illude
o Ermione.

 

- Gabriele D'Annunzio, "La Pioggia nel Pineto", Alcyone

 

 

ashvatthatitolo

ashvatthatitolo.png
AshvatthaO1.jpg
AshvatthaC1.jpg

Ashvattha è una parola che significa "albero della vita" in sanscrito. Per questo completo ho scelto il rame come metallo principale, perché ha il colore della corteccia. Le pietre sono bellissime agate verdi scelte personalmente una ad una. 

Le forme sinuose richiamano un movimento di crescita sacra ed armoniosa, che tende a svilupparsi in una spirale culminante in una piccola gemma verde, affine al colore delle foglie e della natura libera e selvaggia.

Artisti come Klimt hanno espresso in maniera non dissimile questo archetipo sacro al nostro spirito.

Questo modello è dedicato ed ispirato ad Elena F.

AshvatthaP1.jpg
AshvatthaElena.jpg
AshvatthaO1m AshvatthaElenaM
AshvatthaP1m AshvatthaC1m

 

Ashvattha significa "albero della vita" in sanscrito. Questo completo è in rame, dal colore simile a quello della corteccia, ed è arricchito da agate verdi selezionate personalmente una ad una. Le sue forme sinuose rimandano al simbolismo tipico dell'albero della vita, colto anche da artisti come Klimt, che ha fatto dell'onirico il suo biglietto da visita.

Ispirato e dedicato ad Elena F.

 

kolpostitolo

kolpostitolo.png
kolpos2.jpg
kolpos1.jpg

Kòlpos è una parola che significa "golfo" in greco antico. Questo paio di oecchini pendenti è realizzato in ottone o alpacca, ornato da una fila di pietre collegate in qualche modo al mare per composizione o colore: acquemarine, perle, madrepore, quarzi fumé (il colore scuro degli abissi marini)...

Le forme di questo modello ricordano i movimenti del mare e le creature che lo popolano: somigliano a tentacoli, ad alghe o anemoni marine.

Questo modello è dedicato ed ispirato a Federica C.

kolpos3.jpg
Kolpos6.jpg
kolpos2M kolpos3M
kolpos1M kolposGiuliaM

 

Kòlpos significa "golfo" in greeco antico. Questi orecchini richiamano il simbolismo delle profondità dell'oceano con le loro forme tentacolari e le loro pietre che ricordano il mare.

Ispirato e dedicato a Federica C.

 

arbuutuutitolo

arbuutuutitolo.png
Arbuutu1.jpg

Arbuutuu significa "prendere il volo" in assiro. Questi orecchini a forma di ala rappresentano la libertà, il dinamismo, e in un certo senso anche il successo. Realizzati in ottone o alpacca, generalmente utilizzo agate blu ovali per decorarne la base, ma quello che si vede in foto è un modello unico decorato con due bellissime acquemarine.

Questo modello è dedicato ed ispirato a Chiara A.

Arbuutuu6.jpg
Arbuutu1m Arbuutukatya1m

 

 

arbuutuualttitolo

arbuutuualttitolo.png
ArbuutuSP1.jpg
ArbuutuSP3.jpg

Questa versione del modello Arbuutuu rappresenta simbolicamente gli stessi concetti della sua variante convenzionale, ma è più "tecnologica". Realizzato in genere in alpacca, l'ho decorato con idrotermali arancioni, agate blu oppure agate verdi.

Questa variante è stata disegnata da Elena F.

ArbuutuSP2.jpg
ArbuutuuSP5.jpg
ArbuutuSP1m ArbuutuSP2m
ArbuutuSP3m ArbuutucristianaSP1m

 

Arbuutuu significa "predere il volo" in assiro. Le ali rappresentano la libertà, la leggerezza di spirito e, associate alla cultura assira, la benevolenza dei guardiani celesti.

La prima variante è dedicata a Chiara A. La seconda variante è stata disegnata da Elena Fondacaro.

 

samaahutitolo

samaahutitolo.png

Samaahu è una parola che significa "crescere rigoglioso" in assiro. Sono orecchini pendenti composti di una cascata di foglioline stilizzate che cadono delicatamente sul collo. Il traforo a forma di spirale sulle foglioline rimanda in qualche modo al concetto della vita e della crescita.

Altri concetti legati a questa parola antica sono "ottenere importanza e bellezza straordinarie" oppure "far prosperare gli altri".

Questo modello è stato progettato in collaborazione con Sarah Minopoli.

Samaahu1.jpg
Samaahu1m  

 

Samaahu significa "crescere rigoglioso" in assiro. Questi orecchini sono una cascata di foglie che scende abbondante e forte verso il basso. Tra gli altri concetti espressi da questa parola c'è anche "ottenere importanza o bellezza straordinarie".

Questo modello è stato realizzato in collaborazione con Sarah Minopoli.

 

 

yahtitolo

yahtitolo.png
YahTraforati1.jpg
Yah1.jpg

Yah è una parola egizia che descriveva il dio della luna. Questa parola ritornerà in altre culture associata anche ad altri elementi divini, il più famoso di tutti è la parola "Yahweh".

Questi orecchini celebrano la luna ed il suo simbolismo legato alla ciclicità ed al mistero. La luna è sempre stato inoltre un fortissimo simbolo del femminile, poiché essa è l'astro complementare al sole ed ha la caratteristica di riceverne la luce e rifletterla, quasi come se fosse una sorta di femminile celeste.

Questi orecchini si presentano in tre varianti: piccoli, a bottone; pendenti senza trafori oppure pendenti con un fine traforo interno. Le pietre sono onici e madreperle, disposte alternativamente per richiamare la ciclicità delle fasi lunari.

Questo modello è dedicato ed ispirato a Rosamaria M.

YahCorti1.jpg
YahCristiana1.jpg
YahTraforatoKatya1.jpg
YahTraforati1m YahCorti1m
Yah1m YahTraforatoKatya1m
YahCristiana1

 

Yah è il nome del dio lunanella cultura egizia. La luna è il simbolo naturale femminile per eccellenza: misteriosa, ricettiva, affine ai cicli astrologici. Le pietre di questo modello, onici e madreperle, sono disposte in ordine alternato per richiamare le fasi lunari.

Ispirato e dedicato a Rosamaria M.

 

ashetitolo

ashetitolo.png
Ashe1.jpg
Ashe2.jpg

Ashé è una parola che descrive un concetto filosofico della cultura yoruba: "l'energia che genera il cosmo e gli dei". Questi orecchini a forma di astro solare o di stella rappresentano il potere vitale e creatore più potente: quello della luce e dell'energia solare. Questo simbolismo descrive in maniera eccellente la carica vitale, l'energicità, la voglia di vivere.

Le pietre che ho usato per questi orecchini richiamano in qualche modo il cielo, oppure l'energia: il rosso o l'arancione di rodoliti e idrotermali che fanno pensare alla combustione; il blu degli spinelli che richiamano il colore del cielo o di certi tipi di stelle; il viola delle ametiste naturali che da luminosità e carica al metallo argenteo come la luce di un tramonto.

Questo modello è dedicato ed ispirato a Giulia S.

Ashe3.jpg
Ashe4.jpg
Ash6.jpg
Ashe1M Ashe3M
Ashe2M Ashe4M
AsheVanessaM

 

Ashé è una parola yoruba che significa "l'energia che muove il mondo e genera gli dei". Questi piccoli orecchini al lobo con spinelli blu, ametiste naturali, rodoliti o idrotermali arancioni hanno la forma di una stella: la più potente forma di energia naturale.

Ispirato e dedicato a Giulia S.

 

aartitolo

aartitolo.png
Aar1.jpg

Aar è una parola assira che significa "foresta". Sono piccole foglioline traforate con tre pietre che si ripiegano su di esse: giade verdi naturali, occhi di tigre e corniole. Queste tre pietre riassumono con semplicità ed immediatezza i colori tipici delle foreste europee ed eurasiatiche. 

Questo modello è stato disegnato da Liliana Cataldo ed è il modello vincitore della prima gara di Design che ho ospitato sulla mia pagina Facebook.

Aar2.jpg
Aar4.jpg
Aar1m Aar2m
Aar4

 

Aar significa "Foresta" in assiro. Sono piccoli orecchini a forma di fogliolina con tre piccole pietre (giada naturale, corniola e occhio di tigre) della misura di due millimetri che vi si ripiegano sopra. 

Questo modello è stato disegnato da Liliana Cataldo ed è il modello vincitore della prima edizione del concorso Agon.

 

musteertutitolo

musteertutitolo.png
musteertu1.jpg
musteertu2.jpg

Musteertu significa "l'ora dell'alba" in assiro. Questi orecchini pendenti sono tre foglioline stilizzate e vuote dentro, così da poter mettere in mostra una piccola pietra centrale, che rappresenta una goccia di rugiada.

Attraverso questo gioco di luce e vuoto voglio rappresentare simbolicamente atmosfere e sensazioni legate all'alba. Quel senso di attesa e di smarrimento dell'ora più fredda del giorno che si converte improvvisamente in una sensazione di ritrovamento del divino allo spuntare delle prime luci del sole, che si rifrangono subito nelle goccie di rugiada.

musteertu3.jpg
musteertu4.jpg
Musteertugiulia1.jpg
musteertu1m musteertu2m
musteertu3m musteertu4m
Musteertugiulia1

 

Musteertu significa "l'Ora dell'Alba" in assiro. Tre foglioline stilizzate ospitano al loro centro una gocciolina di rugiada rappresentata da una pietra di ametista naturale, di acquamarina o di quarzo fumé.

AcquistaGioiello.png